Nel  mistero dell’Incarnazione il Verbo di Dio, che dall’eternità è presso il Padre, entra nel tempo, ed assume la condizione di creatura.

Di fronte ad un Dio che si rivela nel segno dell’umiltà, l’uomo non può che spogliarsi di ogni segno di grandezza e di superbia per condividere la propria dignità di figlio con i suoi fratelli.